Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Eventi

#comparex4csp, il cloud di Microsoft a misura di canale

di Gianluigi Torchiani

18 Mag 2017

Lo scorso 11 aprile si è tenuto a Milano, presso Eataly Smeraldo, il COMPAREX CSP Bootcamp 2017. Un appuntamento di successo, in cui decine di rivenditori hanno potuto conoscere i punti di forza della proposta COMPAREX sul cloud Microsoft.

Il cloud offerto da Microsoft si è in pochi anni rapidamente affermato nelle imprese di tutto il mondo, grazie alla forza e alla versatilità di prodotti e soluzioni come Office 365 e Azure. Una sfida, quella della nuvola, che però non è stata affrontata in solitaria dalla casa di Redmond, ma che al contrario è sempre stata accompagnata dal lavoro e dal supporto degli operatori di canale. Ed è proprio nell’ottica di agevolare il lavoro di questi ultimi che Microsoft ha presentato negli scorsi anni il programma CSP, il programma di rivendite di licenze grazie al quale i clienti possono acquistare l’intera gamma dei prodotti cloud di Microsoft con il massimo della scalabilità e della flessibilità, in modo da intercettare le domande e le esigenze del mondo PMI.

Tutti i vantaggi del CSP

Del programma CSP si è parlato nel dettaglio in uno speciale appuntamento di successo, il COMPAREX CSP Bootcamp 2017, che si è tenuto recentemente a Milano presso Eataly Smeraldo. L’evento organizzato da COMPAREX E SYSTEMATIKA in collaborazione con la stessa Microsoft, è stata l’occasione in cui decine di rivenditori hanno potuto conoscere i punti di forza della proposta COMPAREX sul programma CSP, grazie anche al ruolo di distributore ufficiale acquisito negli scorsi mesi. I vantaggi di questa scelta per i reseller sono innumerevoli, a partire dalla flessibilità: ad esempio ogni mese è possibile cambiare tipologia e quantità delle licenze, in modo tale da rispondere alle mutevoli esigenze dei clienti finali. Nonostante la fatturazione su base mensile, occorre comunque considerare che il prezzo delle licenze acquistate tramite il CSP resta fisso per 12 mesi, in modo tale da garantire i rivenditori e salvaguardarne i margini. Come ha raccontato Moreno Callea, Senior Partner Sales Manager SMB di Microsoft, «Il programma CSP nasce con l’intento di permettere ai clienti di sfruttare appieno le potenzialità del cloud, non solo da un punto di vista tecnologico ma anche contrattuale. Microsoft ha creato questa tipologia di contratto consentendo ai clienti di avere un vero contratto pay per use, che permette cioè di avere le tecnologie pagandole mensilmente, in base ai loro effettivi utilizzi, in modo che l’impatto economico possa essere il migliore possibile rispetto alle loro esigenze».

La giusta dose di flessibilità

Sulla stessa linea il giudizio di Ettore Mattaini, Responsabile della Divisione Cloud & Hosting di COMPAREX: «Fondamentalmente il principale vantaggio del CSP è la flessibilità, che dà la possibilità al partner di gestire in autonomia i servizi cloud di Microsoft. Quindi abbiamo cercato di trasmettere il concetto che partire con un modello come il CSP è molto semplice, molto poco costoso e può essere fatto praticamente in tempo zero. Quindi si tratta una grande opportunità che Microsoft mette a disposizione dei partner che vogliono far evolvere il proprio business, passando dalla semplice rivendita alla aggiunta di servizi. Infatti, dal momento che il CSP è un modello ricorsivo i partner hanno la possibilità di avere un rapporto più continuativo con il proprio cliente rispetto alla semplice transazione singola. In definitiva questa soluzione permette loro di aggiungere servizi a valore sull’offerta effettuata, aumentando così le proprie marginalità».

Perchè affidarsi a COMPAREX

Ma perché un operatore di canale dovrebbe affidarsi a un partner come COMPAREX per utilizzare il programma CSP? La risposta di Alessandra Capogrosso, Partner Sales Executive Cloud di Microsoft, è chiara: «COMPAREX è un partner Microsoft specializzato nella vendita di licenze da più di 20 anni, dunque alla base c’è un solido rapporto di business che si è consolidato negli anni e che, grazie al quale, abbiamo potuto portare al canale innovazione tecnologica e semplificazione. Attualmente sul CSP COMPAREX può contare su un team dedicato e delle figure specializzate, che avranno l’obiettivo primario di aiutare i partner a costituire un’offerta che possa essere quanto più specializzata e specifica possibile su quelle che sono le necessità del cliente finale». Tutto questo in un segmento come quello delle PMI che, solitamente, è abituato a lavorare secondo logiche più orizzontali. Inoltre i reseller possono contare su termini di pagamento più flessibili rispetto a quelli offerti dalla stessa Microsoft o da altri operatori finanziari.

Le domande dei partner

Ovviamente, nonostante la diffusione del cloud sia ormai superiore rispetto a quella di qualche tempo fa, ci sono ancora delle resistenze da superare, sia da parte dei clienti finali che degli operatori di canale, che non a caso hanno animato con tantissime domande la sessione di Q&A del CSP Bootcamp 2017. «Tendenzialmente le maggiori perplessità del nostro partner riguardano i costi di gestione di un modello ricorsivo, ma in realtà il CSP offre molta flessibilità anche nella fatturazione, minimizzando i costi della transazione. Un’altra domanda riguarda spesso il tipo di supporto offerto in caso di disservizio di uno strumento come il cloud; in realtà un servizio come quello offerto da Microsoft è molto più affidabile di un qualsiasi servizio on premise, proprio perché è pensato per le necessità dei clienti di fascia enterprise. Quindi offrire un servizio cloud al proprio cliente aumenta l’affidabilità e diminuisce i costi di servizio che il partner deve offrire. Inoltre c’è da considerare che COMPAREX mette a disposizione un ulteriore servizio di supporto gratuito», evidenzia Mattaini.

 

Supporto e formazione

COMPAREX ha infatti creato per quei partner che vogliono scommettere sul CSP un vero e proprio Partner Program e un portale web dedicato. Che è fruibile direttamente in italiano (aspetto non da poco nel panorama Cloud) e che consente di gestire con facilità tutte le licenze e gli ordini dei propri clienti finali, senza la necessità di effettuare in proprio ingenti investimenti tecnici. Ad esempio interrompendo in pochi click il servizio di un eventuale utente insolvente. COMPAREX ha poi scommesso sulla formazione, con le iniziative organizzate dalla sua Cloud&Hosting Academy riservate ai Partner CSP. Il prossimo esclusivo evento è in programma il 15 giugno a Monselice (Padova). Insomma, un supporto a 360 gradi che permette di accompagnare il rivenditore nel viaggio verso il cloud.
Ulteriori informazioni sono disponibili a www.comparex.it/csp

  • arrow_upward
  • arrow_downward
  • share
    7 Share
Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade