#BigTecSummit, «Così rivoluzioniamo il DataCenter con il Cloud Ibrido» | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Reportage Esclusivi

#BigTecSummit, «Così rivoluzioniamo il DataCenter con il Cloud Ibrido»

di Marco Maria Lorusso

05 Apr 2017

Il DataCenter come cuore pulsante della nuova rivoluzione digitale. Il DataCenter come motore innovativo di trasformazioni dirompenti come #Cloud #IOT #BigData. Una sfida senza precedenti al centro della due giorni di successo organizzata a Roma e Milano di BigTec, divisione di Exclusive Networks

Una crescita sensibile e verticale, una crescita che ha portato BigTec, cuore Datacenter nato due anni fa all’interno di un distributore come Exclusive Networks, a diventare solido punto di riferimento per il mercato e il canale italiano. Un ruolo in qualche modo consacrato e celebrato dal successo della due giorni del “BigTec Summit” che gli uomini della società hanno sviluppato nelle scorse settimane a Milano e Roma.

«La richiesta di maggiore agilità, controllo, semplicità e scalabilità è incessante e accelera costantemente il ritmo di trasformazione dei datacenter delle imprese a livello globale – racconta Mauro Suardi, Business Development Manager at Exclusive Networks Italia -. Abbiamo fortemente voluto questi evento per offrire la possibilità di scoprire l’eccellenza della tecnologia e dei servizi ad oggi sul mercato attraverso nuovi vendor cloud-native e software defined. Grazie a queste soluzioni innovative infatti, l’infrastruttura IT aziendale può rispondere in maniera sempre più veloce alle nuove esigenze di business e garantirsi una corsia preferenziale nella transizione al cloud ibrido, web-scale».

Una strada segnata dunque, ma anche una strada da conoscere e affrontare con i mezzi e gli strumenti più efficaci evitando, come spesso accade in questo periodo, di farsi distrarre da sirene e messaggi marketing che arrivano da lontano e, soprattutto, non hanno attinenza con le dinamiche e la struttura stessa del mercato italiano. Dalla rivoluzione del Cloud pubblico destinato a disintermediare completamente l’ecosistema di offerta, alla scomparsa dei datacenter aziendali, molti sono i trend e gli annunci ascoltati in questi anni, la concretezza oggi ci racconta di un mercato che da una parte chiede di salvaguardare gli ingenti investimenti già fatti in infrastrutture IT e, dall’altra chiede di saggiare e accedere alle potenzialità e flessibilità che promette di regalare proprio il cloud ibrido.

 

Un “puzzle” Ibrido senza precedenti

«Ed è proprio in questo solco che si inserisce un progetto come quello del Summit andato in scena a Milano e Roma – racconta Suardi -. Un summit durante il quale abbiamo mandato in scena un vero live show che ha permesso ai numerosi partner e clienti finali presenti di vedere e incontrare i migliori e più innovativi fornitori di tecnologie e servizi per la costruzione di un verso datacenter “ibrido”. Un live show costruito con grande attenzione proprio per mettere insieme un’offerta di contenuti complementari e di grande valore». Come distributore concretamente a valore, attraverso un simile schema, BigTec ha infatti rilanciato la sua capacità di “fiutare” soluzioni e brand innovativi e portarli a diretto contatto con il canale.

Cosi, nel corso delle due intense giornate, i partecipanti hanno assistito e interagito con le demo live di aziende come Cloudian, brand protagonista di un segmento chiave e rivoluzionario come l’object storage e ancora Eaton, che fornisce soluzioni a risparmio energetico per aiutare i clienti a gestire in maniera efficace l’energia elettrica, idraulica e meccanica nel datacenter, Mellanox, fornitore di soluzioni end-to-end Ethernet e InfiniBand per spingere la velocità di distribuzione dei dati all’interno di server, sistemi storage e infrastrutture iperconvergenti; Morpheus, la più grande piattaforma DevOps sul mercato attuale; Nuage Networks, fornitore leader di open cloud networking e soluzioni per l’automazione del datacenter; Nutanix, brand protagonista nel mercato dell’iperconvergenza e ormai molto conosciuto e radicato in Italia e infine Rubrick, società internazionale specializzata nel data management nel cloud e sbarcata con una presenza diretta in Italia, grazie anche a Big Tec, proprio nei primissimi mesi dell’anno. In questo video il reportage completo degli eventi, le voci dei protagonisti e, di seguito, il social racconto delle due giornate.

Roberto La Verde, Technical Manager, vede nel «Solution Stack di BigTec la risposta alle nuove sfide del mondo ITC: le nostre soluzioni per il Software Defined Data Center, l’Iperconvergenza e i BigData permettono di armonizzare, ottimizzare e trarre il meglio da queste tecnologie. La nostra missione è dare valore aggiunto al canale introducendo le migliori piattaforme di Storage, virtualizzazione e networking sul mercato italiano»

 

Marco Maria Lorusso

Servitore della penna, la fatica come vocazione. Pugile e Medievalista mancato. Divoratore di BritPop e Dylan Dog, papà di Gaia Maria e Riccardo. Direttore Responsabile #Digital4Trade #Sergente