Arrow University: formazione e crescita per il trade | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Distribuzione

Arrow University 2018: sicurezza e infrastrutture spingono la crescita del canale

di Gianluigi Torchiani

25 Ott 2018

Lo scorso 18 ottobre si è svolto a Verona il tradizionale appuntamento annuale organizzato dal distributore, che anche questa volta ha visto la partecipazione di un cospicuo numero di operatori del Trade

Sicurezza e infrastruttura: questo doppio binario ha caratterizzato l’edizione 2018 della Arrow University, che anche quest’anno si è svolta presso la prestigiosa cornice di Villa Quaranta (Verona). Un appuntamento a cui, come da tradizione, non hanno voluto mancare una importante fetta dei partner che ruotano intorno al distributore: i partecipanti alla University sono stati oltre 500 (dato in linea con l’edizione dello scorso anno), che hanno avuto la possibilità di assistere alle decine di sessioni parallele dei 32 vendor presenti, ospitati in ben otto sale differenti. La formula è rimasta la stessa delle passate occasioni: sessioni da 45 minuti, poco frontali e ricche di interazioni con il pubblico (reseller e system integrator), desk informativi sempre presidiati e, naturalmente, momenti di confronto liberi in occasione del caffè di benvenuto o del pranzo. Un’occasione unica, per i partner, per avere informazioni aggiuntive sulle strategie di canale e conoscere le novità tecnologiche di vendor magari da poco inseriti a portafoglio, nonché per avviare nuove opportunità di business e di networking.

Arrow University: aumenta il peso delle infrastrutture

 

Federico Marini, Regional director di Arrow ECS Italia

Arrow, per l’occasione, si è ritagliata il suo consueto ruolo di regista e abilitatore, cercando di organizzare un’edizione della University che quest’anno è stata particolarmente attenta al tema delle infrastrutture ICT. Come ci ha raccontato Federico Marini, Regional Director di Arrow ECS Italia, negli ultimi anni il distributore, storicamente specializzato nel settore sicurezza, ha investito in modo significativo in quest’area, mettendo a listino nuovi vendor della fascia alta del mercato, come Microsoft . Il risultato è che già oggi il 50% del fatturato del distributore di Bolzano arriva proprio dal mondo delle infrastrutture, investimento che ha portato tra l’altro alla nascita di rapporti di partnership con nuove aziende del canale ICT, in buona parte estranee al mercato della sicurezza.

 

Arrow University: la conferma di un momento positivo

Un’ulteriore conferma dello stato di salute di Arrow: «Il 2018 è stato un altro anno positivo per noi, sicuramente di crescita a doppia cifra, anche se inferiore allo sviluppo record ottenuto nel 2017, quando avevamo registrato addirittura un + 30%. Possiamo dire dunque che è stato un anno di consolidamento, ma siamo senz’altro soddisfatti, dal momento che anche per il nostro canale di partner è stato un anno senza particolari problemi dal punto di vista finanziario. La vera novità con cui ci confrontiamo è quella di un canale maggiormente concentrato, per effetto delle numerose operazioni di merger&acquisition degli ultimi anni».

 

Arrow University: l’importanza della formazione

Eppure, nonostante questo fenomeno, l’universo dei partner che ruota intorno ad Arrow resta più o meno stabile dal punto di vista numerico, ossia è composto da circa mille operatori attivi nella rivendita di soluzioni di Cybersercurity e infrastrutture. Per tutti, grandi e piccoli, in questa particolare fase di mercato, la formazione tecnica e commerciale riveste un ruolo fondamentale. Per questo motivo Arrow organizza eventi come la Arrow University e altri più specifici, come Cloud Experience, in programma il prossimo 6 novembre a Milano e l’8 novembre a Roma. Ma soprattutto il distributore a valore è in grado di erogare formazione e assistenza continua per tutti i vendor a portafoglio, per molti dei quali è anche training Center autorizzato.

 

Arrow University: appuntamento al 2019

Un ruolo che viene riconosciuto ad Arrow da tutti i vendor partner: la logica è che, anche in tempo di cloud e virtualizzazione, un distributore come Arrow giochi un ruolo chiave nel raggiungere e formare i partner sparsi sul territorio nazionale, grazie alla sua capillarità e ai suoi servizi, che vanno molto al di là del mero aspetto logistico e che possono aiutare sensibilmente i vendor a raggiungere i propri obiettivi di mercato. Tutti aspetti che sono stati messi in risalto in questa edizione della Arrow University e che, c’è da scommetterci, saranno riconosciuti anche nell’edizione 2019 che sarà puntualmente organizzata.

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade

Arrow University 2018: sicurezza e infrastrutture spingono la crescita del canale

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *