Windows 10 accelera nelle prime settimane di novembre | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Mercato

Windows 10 accelera nelle prime settimane di novembre

di Gianluigi Torchiani

02 Dic 2015

Aumenta la penetrazione del nuovo sistema operativo nel canale distributivo dell’Europa occidentale. In particolare nell’ambito domestico

Windows 10, dopo una partenza più rallentata rispetto a quella delle scorse edizioni del sistema operativo, sembra aver preso il giusto ritmo nel Vecchio Continente. Lo evidenziano i dati rilasciati dalla società di analisi Context, relativi alle prime due settimane di novembre. In questo periodo in Europa occidentale sono passati attraverso il canale distributivo circa 346.000 nuovi computer con il nuovo OS preinstallato, un numero che vale una quota del 67% del mercato Windows Home e una del 25% del segmento di Windows Business.

Percentuali che rappresentano una crescita considerevole rispetto a ottobre, quando Windows 10 aveva rappresentato il 43% del segmento domestico e il 17% di quello business. I vendor che nelle prime settimane del mese scorso hanno guidato la crescita di Windows 10 Home sono stati HP, Lenovo, Asus e Acer. Da notare che la grande maggioranza dei PC domestici venduti erano notebook (93%). In ambito Pro, i nomi sono quelli di HP, Lenovo e Fujitsu.

 

La spinta di Windows 10 è stata favorita dalla diminuzione delle giacenze di magazzino degli operatori di canale, anche se le scorte restano ancora superiori rispetto a quanto desiderato. Sul tasso di adozione aveva pesato anche la disponibilità dell’aggiornamento gratuito del nuovo OS. In ogni caso, per il segmento domestico le percentuali cominciano ad assomigliare a quelle delle precedenti versioni dei sistemi operativi di casa Microsoft: a quattro mesi dal lancio, Vista risultava pre-installato sul 88% dei nuovi dispositivi per PC di Windows per la casa venduti dai distributori, Windows 7 viaggiava all’86%, mentre Windows 8 era almeno al 90%.

 

 

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade