Tablet, corrono soltanto i modelli ibridi | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Mercati

Tablet, corrono soltanto i modelli ibridi

di Gianluigi Torchiani

02 Feb 2016

Nel corso del 2015 il mercato complessivo delle tavolette si è attestato poco sopra le 200 milioni di unità (-10,1% sul 2014). Ma l’ultimo trimestre dell’anno ha visto il successo dei modelli due in uno, su tutti l’iPad Pro. Bene anche Surface

Lenovo yoga tablet workstation
Il futuro dei tablet sono i modelli due in uno? Sembrerebbe proprio di sì, almeno stando a leggere i dati di mercato 2015, appena rilasciati da IDC. Partiamo innanzitutto dal quarto trimestre dello scorso anno, che ha in mezzo la cruciale stagione natalizia: nonostante questo stimolo il mercato dei tablet si è attestato a quota 65,9 milioni di unità vendute, in calo del -13,7% anno su anno. Un dato negativo ma che deve essere visto secondo due diversi punti di vista: i tablet tradizionali sono in evidente crisi (-21,1%), mentre gli ibridi hanno più che raddoppiato i loro numeri rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, con circa 8,1 milioni di unità vendute a livello globale. La stima di IDC è che Apple sia riuscita a vendere nel trimestre poco più di due milioni del suo nuovissimo iPad Pro. Bene comunque anche Microsoft con la gamma Surface, con circa 1,6 milioni di dispositivi commercializzati, la maggioranza dei quali erano Surface Pro. A testimonianza di come il prezzo non sia la caratteristica più importante presa in considerazione dai consumatori quando si tratta di acquistare un modello ibrido.

Anche perché questi dispositivi vengono visti soprattutto come sostituti del PC più che degli stessi tablet, probabilmente perché consentono di svolgere anche attività di lavoro vere e proprie. Il ruolo dei tablet tradizionali appare invece sempre più relegato all’intrattenimento privato, ambito peraltro in concorrenza con gli smartphone. Tutto questo aiuta a spiegare i numeri poco esaltanti del 2015: le spedizioni dello scorso anno sono state in totale 206,8 milioni, in calo del -10,1% rispetto alle 230,1 milioni dell’anno precedente.

L'andamento del mercato dei Tablet

Apple si è confermata come il principale vendor del mercato, con circa 49 milioni di dispositivi commercializzati, il 21,8% in meno rispetto al 2014. Proprio il successo dell’Ipad Pro, caratterizzato da prezzi decisamente più elevati, dovrebbe mettere la società in grado di frenare il calo dei ricavi. Samsung è riuscita a mantenere la sua seconda posizione nel mercato, anche se le sue 33,4 milioni di tavolette vendute rappresentano comunque un decremento del 16,1% rispetto al 2014. Secondo Idc, però il gruppo sudcoreano è ben posizionato – grazie al suo portafoglio – nella transizione ai modelli ibridi. Lenovo, terza, ha vissuto un ultimo trimestre 2015 negativo, ma nel corso dell’intero anno ha sostanzialmente mantenuto inalterate le sue vendite. Per il 2016, l’aspettativa è di una buona spinta dai marchi Yoga e Thinkpad

Il 2015 è stato un anno di grande successo per Huawei, che è riuscita a replicare il successo ottenuto nel mercato smartphone anche in quello tablet, con 6,5 milioni di esemplari venduti, oltre il doppio del 2014. L’ultimo trimestre dell’anno è stato invece caratterizzato dall’exploit di Amazon con il suo Kindle, che ha messo a segno una crescita del 175,7%, spinta dalle festività natalizie e dal prezzo decisamente contenuto del dispositivo (in Italia dai 60 euro in su).

 

Gianluigi Torchiani

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore #Digital4Trade