I dispositivi mobili continuano a tirare | Digital4Trade
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ricerche

I dispositivi mobili continuano a tirare

di Redazione #Digital4Trade

27 Mag 2013

Le vendite dei dispositivi mobili hanno superato, secondo Canalys, i 300 milioni di pezzi nel primo trimestre 2013. La piattaforma Android equipaggia il 59,5% di smartphone, tablet e notebook

Nei primi tre mesi di quest’anno le vendite totali di dispositivi mobili (notebook, tablet e smartphone) hanno raggiunto quota 308,7 milioni di pezzi. Lo stima Canalys, calcolando una crescita media del 37,4% rispetto all’analogo periodo dell’anno passato.

La piattaforma di sistema della Open Handset Alliance (Android) è risultata la più diffusa ed equipagga ormai il 59,5% di tutti i dispositivi mobili di nuova costruzione. Seguono l’OS di Apple, con il 19,3%, derivante quasi esclusivamente dalle vendite di smartphone e tablet, oltre a  Microsoft che detiene il 18,1% di quota, in gran parte derivante dai PC portatili.


I tablet diventano commodity
Tra tutti i dispositivi mobili, i tablet sono quelli che crescono più velocemente: 106,1% rispetto ai primi tre mesi dello scorso anno, tocando quota 41,9 milioni di unità. Benché Apple resti leader di questo mercato con il 46,4% delle vendite, perde perso rispetto ai prodotti concorrenti basati su Android per il terzo trimestre consecutivo.

E’ in atto secondo Canalys una trasformazione del tablet in commodity, cambiamento che sta avvenendo molto più rapidamente di quanto è in passato accaduto al mercato PC. Di conseguenza si sono compressi i margini di vendita ed è aumentata la competizione. Per fare business con i tablet è quindi importante una strategia che punti agli accessori, al software e ai servizi. 


Smartphone sempre più potenti
Le vendite di smartphone hanno toccato nel primo trimestre i 216,3 milioni di pezzi, facendo segnare secondo Canalys il 47,9% di crescita, in linea con quella registrata nel 2012. I dispositivi Android hanno contato per il 75,6% delle vendite totali e, tra questi, Samsung ha fatto la parte del leone crescendo del 64,3% e raggiungendo la quota di mercato superiore al 32%.

Apple ha venduto ben 37 milioni di iPhone nel trimestre, benché con crescita modesta (6,7%): la più bassa dal lancio del primo modello nel 2007.

Secondo Canalys, con gli ultimi modelli presentati, HTC e Samsung hanno ridotto le distanze da Apple e per questo la società della Mela dovrà dare risposte con il prossimo iPhone, in particolare aggiornando l’interfaccia utente un po’ datata. Secondo Canalys, Apple non potrà inoltre ignorare il trend verso display più grandi negli smartphone di fascia alta.

Tra i primi cinque fornitori, Huawei, LG e ZTE competono con quote di mercato inferiori al 5%, ma Huawei e ZTE beneficiano della loro forza sul mercato cinese che gli ha valso crescite dell’84% e del 71% rispettivamente.


Continua il calo dei PC notebook
Le vendite totali dei PC notebook hanno continuato a calare nel primo trimestre scendendo del 13,1% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno a quota 50,5 milioni di pezzi. Se si guarda all’Europa Occidentale, il calo ha toccato il 25,2% su base annuale.

Se da una parte l’andamento del mercato è correlato con i fattori macroeconomici generali, dall’altro appare conseguenza del successo dei tablet.

Per Canalys l’insieme costituito dall’hardware ARM e dall’OS Android è oggi molto competitivo sul fronte prezzi. Se Microsoft e Intel intendono cavalcare i trend del mercato, dovranno per forza assicurarsi che chi usa le loro tecnologie possa offrire prodotti di prezzo più competitivo.

Redazione #Digital4Trade

Profilo ufficiale della redazione di Digital4Trade