Esprinet aumenta l'impegno nella sostenibilità | Digital4Trade
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Aziende

Esprinet sempre più impegnata nella sostenibilità

di Redazione

27 Apr 2018

Sostenibilità ambientale (rifiuti totali in calo del 7% e utilizzo del 100% di energia rinnovabile in Italia) persone e comunità (91% dei dipendenti assunti a tempo indeterminato e iniziative culturali) i temi “sostenibili” che emergono nell’edizione 2017 del Bilancio di Sostenibilità di Esprinet

Ambiente, persone e comunità i temi che hanno visto Esprinet impegnarsi con azioni concrete finalizzate a rendere sempre più sostenibile il modello di business della società. Tutte azioni che sono messe nero su bianco nel Bilancio di Sostenibilità 2017

Sostenibilità Ambientale al centro della strategia

Come si legge nel report, l’obiettivo di Esprinet è quello di raggiungere una cultura ambientale forte e condivisa partendo dalla convinzione che il rispetto dell’ambiente sia un valore fondamentale per indirizzare lo stile di vita di ciascuno verso un futuro più sostenibile. Il distributore ha intrapreso diverse iniziative al fine di ridurre gli effetti negativi derivanti dall’esercizio della propria attività. Dal 2015, infatti, utilizza il 100% di energia rinnovabile in Italia, mentre i rifiuti totali hanno mostrato una riduzione del 7% rispetto al 2016.

Le persone come motore fondamentale per la creazione di valore

Esprinet dedica la massima attenzione in termini di opportunità formative, crescita professionale e livello di benessere sul posto di lavoro; nel 2017 sono stati 91% i dipendenti assunti a tempo indeterminato con la possibilità di fare Smart Working e con il 54% di presenza femminile. Inoltre, l’azienda considera la formazione del personale come un fattore decisivo per affrontare le sfide di un mercato in continua evoluzione (18.430 le ore di formazione nel 2017); attivato in Esprinet lo scorso anno anche lo Smart Working, che offre l’opportunità ai dipendenti assunti da più di un anno e con performance positive di lavorare per un giorno alla settimana fuori dalla sede di lavoro.

La responsabilità sociale concretizzata con iniziative

Nel corso del 2017 Esprinet ha sostenuto e promosso diverse iniziative sociali e culturali: ha partecipato al finanziamento del progetto di restauro e valorizzazione del telescopio Merz-Repsold di Schiapparelli, gestito dal Museo Nazionale della Scienza e delle Tecnologie e dall’Istituto Nazionale di Astrofisica INAF; ha realizzato presso il Museo Diocesano Carlo Maria Martini un progetto di realtà virtuale aumentata sull’opera dipinta dal Perugino “Adorazione dei pastori”; ha collaborato per l’allestimento di 18 nuove postazioni tecnologiche nella biblioteca del campus universitario Humanitas University; infine, ha contribuito a finanziare una borsa di studio per la formazione nell’attività di ricerca sempre presso Humanitas University

 

«Per individuare i temi che influiscono in modo più significativo sulla capacità dell’azienda di creare valore nel tempo, fondamentale è stato, non solo il coinvolgimento dei più alti livelli decisionali della società, ma anche l’ascolto degli stakeholder aziendali. Da una serie di survey rivolte a clienti, dipendenti, vendor, associazioni territoriali e investitori sono stati individuati i temi materiali riferiti alle sfere economica, ambientale, sociale e di governance necessari per il soddisfacimento delle attese dei numerosi portatori di interesse del nostro Gruppo», ha commentato Alessandro Cattani, Amministratore Delegato del Gruppo Esprinet e membro del Comitato Competitività e Sostenibilità.

 

 

Esprinet sempre più impegnata nella sostenibilità

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *